Il piacere di mangiar sano

Mens sana in corpore sano 🌻

5 pasti al giorno

Un’alimentazione sana non è, e non può essere, frutto di una formula matematica ma di un ascolto continuo del corpo. Una cosa certa è che saltare i pasti non fa altro che rallentare il metabolismo basale, mandare in tilt il corpo che per natura ogni 2/3 ore necessita di nuove energie per svolgere le normali attività biologiche e causare attacchi di fame.

Colazione, pranzo e cena devono essere tre pasti equilibrati, cioè in grado di apportare un carico di nutrienti - carboidrati, proteine e grassi - bilanciato. L'ideale sarebbe inserire inoltre due spuntini tra i pasti principali in modo da evitare di arrivare troppo affamati a pranzo o a cena e di spiluccare durante la giornata. 

La suddivisione ideale delle calorie giornaliere dovrebbe essere così:

- colazione 25-30%

- spuntino 5%

- pranzo 35-40%

- merenda 5%

- cena 25-30%

1. La colazione rappresenta un pasto fondamentale sia perché è il primo pasto a seguito del digiuno notturno, sia perché ci deve dare la carica per affrontare le prime ore della giornata. Ne consegue che una colazione a base di solo caffè o ricca di carboidrati semplici - come una brioche del bar- potrebbe risultare poco efficace e non permetterebbe al corpo di saziarsi e di poter arrivare al pasto successivo senza attacchi di fame o ancor peggio non ci permetterebbe di svolgere le attività quotidiane nel modo migliore. L'ideale sarebbe una colazione a base di alimenti a basso indice glicemico ossia con un più lento rilascio di energie, come cereali e yogurt/latte, pane integrale e marmellata, pancake, frutta fresca/secca. 

2. Lo spuntino del mattino è un buon mezzo per arrivare all'ora di pranzo senza attacchi di fame. Così come per lo spuntino pomeridiano tra pranzo e cena, ottimi alimenti spezzafame sono frutta secca, frutta fresca e yogurt. 

3. Il pranzo è il pasto principale in termini di apporto calorico in quanto ci da la possibilità di continuare a svolgere le nostre attività quotidiane nel pieno di energie. Un consiglio è quello di consumare i carboidrati complessi principalmente a pranzo, considerato che gli alimenti consumati nella prima parte della giornata sono facilmente smaltibili dall'organismo. 

4. La cena dovrebbe essere più leggera del pranzo in quanto le attività che il corpo dovrà svolgere sono inferiori, di conseguenza il corpo necessita di meno energie rispetto a quelle necessarie nella prima parte della giornata.